Browse By

Un bilancio e mille pugnali

4c1b7f82b5efd6e83ed1800024efadb9Con Ermeneutica d’Oltretomba concludo il trittico di raccontini extra dedicati ai signori dell’Averno. Non escludo in futuro di scrivere altro, ma per ora la vena si è esaurita e, già con quest’ultimo, ho la sensazione di avere cominciato a ripetermi. Dei tre racconti, è quello in cui credo di meno, anche se la presenza di Ermes meritava che lo portassi a conclusione.
E poi salutare i sovrani dell’Averno con un bel brindisi – alla lettera – molto più che alla lettera – mi sembrava un bel congedo, via.
Detto ciò.
Se leggete queste righe, siete andati oltre la Home, il che significa che un minimo vi frega qualcosa delle questioni del sito. Se arriverete alla fine del post, vuol dire che vi frega qualcosa anche delle storie in esso contenute, quindi capirete che l’ordine scelto per gli argomenti non è casuale.
Prima questione: mi accingo a una sfoltita pesante degli account di utenti abilitati alla lettura delle storie protette. Spariranno tutti quelli che si sono fatti abilitare eoni fa, per non degnarsi nemmeno di lasciare un ‘crepa stronza’ in calce a una qualsiasi news. Se non riuscirete più ad accedere e invece della storia vi capiterà il messaggio Page not Found, il motivo sarà questo.
Potete richiedere di nuovo l’abilitazione senza problemi. Mi rendo conto che ci sono tante storie, che sono molto lunghe, e che nessuno ha firmato un patto di sangue per pettinarmi l’ego qui dentro. Questo voglio che sia chiaro.
D’altra parte, è ragionevole supporre che, se in sei mesi o più non avete avuto tempo/voglia neanche di dirmi mezza parola, non vi interessi avere un’interazione con me. Questo sito mi richiede tempo, soldi, energie, e ritengo giusto che tutto questo venga rispettato almeno quanto basta da trattarmi come un essere umano. Avete presente il collega cui chiedete sempre gli appunti e che non invitate mai neanche per un caffè a fine lezione?
Vi siete mai chiesti perché, un bel giorno, ha iniziato a sedersi lontano da voi e a dirvi che ha dimenticato gli appunti a casa, insieme alla penna, al registratore mp3, alle pillole di fosforo e alle inibizioni dal mandarvici?
Quindi, siccome alle mie storie tengo molto, di certo più che a sconosciuti che se ne disinteressano, farò una cernita. Ripeto: se state semplicemente leggendo e prendendovi il vostro tempo, basta dirlo. Tornare ad abilitare è un secondo.
[OMISSIS]
Se siete arrivati a leggere fin qui, vi importa veramente molto di una cosa di cui importa molto anche a me (se no questo sito neppure esisterebbe), perciò ringrazio chiunque stia ancora leggendo e passo all’ultima questione:
Torno su Engelia. Il sesto romanzo della saga, che si intitolerà Mille pugnali, è iniziato oggi. Non comunico mai le date di inizio nè quelle di conclusione, ma ho deciso che Stella Scarlatta conterrà i miei appunti autoriali, quindi vi beccate questo primo anniversario, che tanto per arrivare a leggere fin qui dovete essere contenti per forza di saperlo.
Forse lo aggiornerò man mano, forse sparirò di nuovo e metterò su tutto insieme, nella follia psicopatica degli ultimi tempi XD Ma, soprattutto, ricomincerò con gli aggiornamenti de Il cielo sotterraneo, perché è davvero tempo. Indicativamente, uploaderò un capitolo a settimana.
E intanto penso se è il caso di recensire qualche altro pallosissimo testo di saggistica, perché sembra interessare a parecchi. Se magari ne avessi la certezza, sarebbe meglio, ma vabè, direi che il mio scarso tempo libero è già ben riempito così.
Almeno ho di nuovo la scusa per non iscrivermi in palestra.

EDIT del 23/07/2015: Ho cancellato uno dei punti di questo articolo. Sono piccinerie che vanno ripulite esattamente così: con il tasto CANC. Grande tasto ^_^

14 thoughts on “Un bilancio e mille pugnali”

  1. Strix
    Strix says:

    Se ti dico che a me i testi di saggistica interessano, rispondi “ma tu non conti!”, vero? ¬___¬

    1. Lem
      Lem says:

      No, perché tu subisci le molestie in tempo reale sai subito cosa leggo.

      1. Strix
        Strix says:

        Uffa -___-

  2. Ice
    Ice says:

    Anche a me interessano i testi di saggistica e__e

    Ps. a quante parole sei arrivata con la saga di Stella Scarlatta?
    Ovviamente voglio saperlo solo per rimarcare quanto scrivi troppo e crearti immotivati sensi di colpa U.U

    1. Lem
      Lem says:

      Sono immune ai sensi di colpa in merito alla mia logorrea, e non so assolutamente a quante parole sia arrivata con la mia Stellina. Non le ho mai contate e.e

  3. artemis5 says:

    Bhe, devo dirti che sono davvero contenta che ritorni ad aggiornare il cielo sotterraneo e i mondi di engelia 😛 mi mancavano!
    Per quanto riguarda regina di fiori e radici e i racconti extra l ho molto apprezzati, la leggenda di Persefone l’ avevo studia a scuola e ammetto che lei non mi piaceva per nulla XD troppo tranquilla e remissiva!! Tu l hai trasformata in un personaggio con spessore e “anima”…
    Comunque…. Quando crei un altra originale? Credo di essere drogata delle tue storie XD
    Un bacio :*

    1. Lem
      Lem says:

      Un’altra originale ce l’ho, completa e tutta bella impacchettata, ma spero taaaaanto di non metterla online qui… if you know what I mean *_*
      Ho ricominciato gli aggiornamenti del Cielo, avevo lasciato la storia sul più bello e ciò soddisfa il mio animo sadico. Ma Nayàn ha sofferto abbastanza… anzi no.
      *risata malvagia*

      1. artemis5 says:

        Tu sei cattiva! Ho appena letto il capitolo 26 del cielo sotterraneo…. come puoi lasciarmi così?! XD
        Seriamente sono davvero felice dell’ aggiornamento! 😀 e anche di sapere che hai una nuova storia pronta, facci sapere come andrà a finire che se esce come libro volo a comprarlo 😉
        Un bacio :*

  4. kristi87 says:

    Mamma mia! Era davvero tantissimo tempo che non tornavo su questo sito per leggere. E con leggere intendo far fuori metà delle pubblicazioni in piena notte leggendo dla cellulare. Sono anni che ti seguo (credo dalla prima pubblicazione on-line della saga di Elunar) e anche se credo di essere tra le peggiori assenteiste/i del sito non ho mai smesso di ‘mangiarmi’ quel che scrivi. Leggere che la saga di Fathiel sta per ricominciare mi fa sentire una bimba a Natale, non vedo l’ora.

    Vado a finire Novecentonovantanove mondi. Prima che mi salga la crisi di astinenza.

    1. Lem
      Lem says:

      Maciao! *_*
      Figurati se non mi ricordo di te, mi fa tantissimo piacere rileggerti! Sono felice che le mie storie abbiano continuato a piacerti negli anni, credo sia il miglior feedback che potessi ricevere. Spero che 999mondi ti piaccia, è una storia senza pretese e forse contraddirà la saga principale in alcuni punti, perché io posso preparare tutti gli storyboard di questo mondo, ma i personaggi poi fanno un po’ come vogliono… anzi hanno già ricominciato °_°
      Se avrai voglia di farmi sapere le tue impressioni, ne sarei felicissima. A rileggerci!

  5. Marta
    Marta says:

    Ciao Lem, chiedo perdono di non aver mai scritto.

    Ammetto di non avere molto tempo per leggere le tue storie (ho amato L’incanto di cenere, e l’ho riletto più volte), ma ogni tanto do un’occhiata a Stella scarlatta e mi stupisco sempre di quanto riesci a scrivere e di come aggiorni spesso il sito. In particolare mi attira Regina di fiori e radici, ma in questo periodo tra il lavoro, lo studio e tutto il resto ho poco tempo perfino per dormire. (Non sto cercando giustificaz…ok, sì, le sto cercando ^^”)
    Ti chiedo se puoi riabilitarmi. Sappi che sbircio spesso Stella scarlatta, e prometto che cercherò di essere più partecipe. Parola di lupetto 😛

    Marta

    1. Lem
      Lem says:

      Ti ho di nuovo abilitata, buona lettura e non preoccuparti. Periodicamente devo filtrare gli accessi, ma come detto, basta farsi sentire e tutto torna come prima.
      Però sapere come la pensi mi piacerebbe molto, questo sì ^^

      1. Marta
        Marta says:

        Grazie!!!
        Ho cominciato oggi a leggere seriamente Regina di fiori e radici. Appena riuscirò a finirlo ti farò sapere!!! 😀

        1. Lem
          Lem says:

          Il regime del terrore sta dando i suoi frutti!
          Scherzo, eh 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

*