Browse By

Scrivere è…

“Oddio quest’idea è fantastica, se riesco a renderla come voglio, il Nobel per la letteratura verrà a implorarmi di adottarlo!”
(dopo un giorno)
“Non riuscirò mai a rendere al meglio un’idea così fantastica. Forse devo prima maturare come autrice, accrescere la mia cultura, rafforzare la documentazione tecnica e OOOOHH I GATTINIIIIIIIII!”
(dopo un altro giorno)
“Che capitolo di merda. Sono un’analfabeta.”
(and the nexty day)
“OMMIODDIOOOOOO ma questa cosa che avevo scritto ieri è stupenda, oggi non sarò mai all’altezza!”
(e infatti…)
“No, basta, cancello tutto, non posso rendermi così ridicola. Se qualcuno leggesse una porcata simile, mi verrebbe a cercare a casa armato di motosega, e poi mi manderebbe la richiesta di rimborso per ricomprarla nuova.”
(ma la notte porta consiglio)
“Però, non mi ricordavo di avere superato con tanta eleganza questo nodo di trama. Si tratta chiaramente di un avvenimento unico che non replicherò mai.”
(arriviamo a oggi)
“Ma di che diavolo parla questa storia di cui sto scrivendo? Ma cosa volevo comunicare? Ma cosa sto dicendo? Chi sono? Perché non sto lavorando e sto guardando foto di gattini?”
And so on…

[sta arrivando. Anzi, è già qui. C’è sempre stata. Tenete gli occhi aperti per nuovi indizi]

2 thoughts on “Scrivere è…”

  1. Ife
    Ife says:

    Bazzico su questo sito già da un po’ (da quando ho finito di leggere L’incanto di cenere e Cronache del Mondo Strambo, per l’esattezza) ma è la prima volta che commento, probabilmente perché è l’anno nuovo ed era uno dei miei buoni propositi (o forse perché avere 38 di febbre da una giustificazione a ogni delirio io possa scrivere e mi fa quindi superare il terrore atavico di rendermi ridicola al primo approccio … ah, i vecchi traumi del liceo che ti porti dietro oltre i vent’anni passati!)
    Comunque, ho finalmente trovato il coraggio di intervenire perché questo post, oltre a farmi morire dal ridere, ha descritto in maniera puntuale ciò che mi passa nella mente durante le varie fasi della mia scrittura (e qui, premetto che non posso di certo dirmi una scrittrice visto che le mie storie sono un’ammasso di appunti dettagliati e sinossi rimaneggiate e/o scartate, senza che se ne trovi una davvero conclusa) quindi ho preso il tutto come un evidente calcio in culo del destino per spingermi a darmi una mossa. Eccolo qui, quindi, il mio sudato primo intervento (probabilmente molto sconnesso e delirante, ma tant’è). Detto questo, vado a scriverti una mail per ottenere l’abilitazione per i Mondi di Engelia e le Cronache di Elunar (sì, non avevo il coraggio di fare manco quello e ho continuato a rimandere) e, a che ci sono, specifico già qui che sono maggiorenne e ormai più vicina ai 25 che ai 18.

    1. Lem
      Lem says:

      A me sembri più coerente tu con 38 di febbre di me con temperatura normale, il che, se fossi capace di autocritica, dovrebbe farmi meditare °_°
      Benvenuta!
      Tra l’altro, mi sto accorgendo che non ricevo più email dal sito, temo che sia perché non ho ancora cambiato le impostazioni su WordPress: per ogni comunicazione, d’ora in poi, scrivete sempre a lauramaclem@gmail.com
      Ti aspetto ^_^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

*