Browse By

Medea

Non voglio essere melensa, ma non mi aspettavo affatto che i vecchi utenti di Stella Scarlatta si ricordassero ancora di me. Io vi ho abbandonati, e voi siete ancora qui. Non ho davvero parole per ringraziarvi.
No, è una bugia. Di parole ne ho a milioni, e le sto uploadando in questi giorni, una per una.
Dato che però si tratta di parole perlopiù già note agli utenti storici del sito, ho deciso, mentre metterò online il vecchio, di dare un assaggino del nuovo, perché non crediate che ho pettinato bambole, in tutto questo tempo.
La nuova storia (ma ne ho altre ghghgh) si intitola provvisoriamente Medea, ed è un thriller ambientato a Roma. Online un prologo e un primo capitolo, che potete trovare qui. Nel menu in alto, è sotto le mie Mille Bugie.
Solo per utenti registrati. Anche perché si trattano temi pesantucci come l’infanticidio, l’omosessualità (oVVoVe, oVVoVe!) e quanto è intelligente Pegasus.
Oh, sul serio eh. Giuro.

10 thoughts on “Medea”

  1. Strix
    Strix says:

    Ma Pegasus è un cretino e deve morire dopo aver molto sofferto o.o
    Comunque, io sono qui perché voglio un certo bastardone morto o.o (non fosse mai che te ne dimentichi :ppp )

    1. Lem
      Lem says:

      Io qua devo iniziare a censurare seriamente i commenti -_-;;;;

  2. kristi87 says:

    La faccenda sull’intelligenza di Seiya è un po’ come la questione del sesso degli angeli: irrisolvibile.

    Capa, è logico che fossimo ancora qui, o almeno parlo per me, nelle tue storie hai dato così tanto che aspettarti qualche tempo non è stata una gran fatica…

    1. Lem
      Lem says:

      Ebbasta, che mi vengono i lacrimoni e io sono marcia dentro, non posso piangere! Uffa! T_T

  3. Strix
    Strix says:

    Smettila di trattarmi male! >.<

    1. Lem
      Lem says:

      Non ho ancora iniziato.

  4. Strix
    Strix says:

    Guarda che un giorno potrei anche ribellarmi è_é

  5. natsu_yuki says:

    Arrivo tardi ma ci sono anche io! Non mi sono dimenticata di questo paradiso, ogni tanto passavo a vedere; scrivi troppo bene per poterti dimenticare. Era sconsolante trovare sempre chiuso, ma io, quando voglio, sono una tipa ostinata. Alla fine ne è valsa la pena, bentornata!

    1. isa says:

      Bentornata!
      Che altro devo dirti?
      Sono impaziente di leggerti!
      Alla fine la costanza ha premiato.
      La tua e la nostra!

    2. Lem
      Lem says:

      Sono stufa di commuovermi, ecco! T___T
      Grazie, non so che altro dire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

*